Buckingham Palace 0

Buckingham Palace è, e rimarrà nel corso degli anni, una tra le tappe più scelte e visitate dai turisti di Londra.

Famosa per la sua storia, il suo cambio della guardia e soprattutto per essere la residenza ufficiale del Re, questo edificio è oggetto di continui scatti fotografici da chiunque appaia al suo cospetto.

Sono sicuro: anche tu non resisterai alla voglia di curiosare e captare qualche spostamento attraverso le sue finestre. Ti unirai o verrai rapito dalla curiosità dei cittadini che ogni giorno, scommettono e fanno gossip sui reali! 🙂

Con questa guida andremo a vedere come vivere in maniera ottimale la visita al palazzo reale e – perché no – come gestire al meglio quella al resto di Londra.

Storia e vicissitudini

Un elegante e imponente agglomerato di oltre 700 stanze (188 per il personale) e 42 acri di giardini con una storia ricca e densa, iniziata secoli fa, esattamente nel 1633.

In questa data infatti fu eretta una struttura chiamata “Goring House” (voluta dall’omonimo conte George Goring) che subì nel corso degli anni numerose modifiche, fino a diventare ampia e spaziosa come la conosciamo oggi.

A quel tempo infatti la struttura non si avvicinava minimamente all’attuale Buckingham Palace.

Per assumere gli attuali aspetti estetici, passò prima tra le mani del duca di Buckingham nel 1703, che ampliò la parte centrale e in quelle di re Giorgio III nel 1762 che destinò il palazzo a residenza privata della moglie Regina Carlotta.

In questo periodo la costruzione prese il nome di Queen’s House.

Il palazzo diventa dimora dei Reali

Fù solo nel 1837 che Buckingham Palace diventò ufficialmente la dimora dei reali con la Regina Vittoria che provvide a rendere la struttura ancora più sfarzosa.

Nel 1845 infatti grazie al progettista Nash fece erigere la facciata sulla quale tutt’oggi viene ospitato il balcone dei reali, dal quale si affacciano per le occasioni più importanti.

È sempre per merito della regina Vittoria che nel 1856 fù creata la Ballroom, la sala da ballo della quale ti parleremo nel dettaglio più avanti. Ad oggi viene lasciata alla totale curiosità dei turisti solo nel periodo estivo, quando la famiglia regnante è occupata a consumare le proprie ferie al Castello di Windsor.

Nel resto dell’anno i visitatori si devono accontentare di ammirare la costruzione solo esteriormente, magari attraverso il cancello centrale.

Buckingham palace di Londra

Cosa vedere: attrazioni esterne e interne

Pronto per una bella carrellata delle cose da vedere a Buckingham Palace?

Tra interno ed esterno c’è a dir poco l’imbarazzo della scelta…

A proposito, piccola nota a margine: lo sapevi che una foto davanti al cancello del palazzo è uno dei souvenir più frequenti (ed economici) a Londra?

Iniziamo proprio da quest’ultimo. Let’s go!

Cancello

l’abbinamento nero-oro si ripete sia sulla struttura che sui suoi stemmi reali. In questa collocazione d’ingresso un tempo si trovava un arco di marmo, rimosso dalla regina Vittoria poiché ritenne giusto apportare modifiche al palazzo per renderlo più ampio.

Giardino Reale

Oltre quaranta ettari di verde comprendente un zona di atterraggio per elicotteri, un campo da tennis ed un lago. Volano liberi al suo interno decine di specie di uccelli, crescono alberi di gelso e 350 tipi di fiori incorniciano dal basso tutta la location. Questi spazi vengono curati giornalmente in maniera maniacale. Se capiti (speriamo di no) in una giornata di pioggia, molto probabilmente noterai comunque i giardinieri all’opera.

Bandiera della Regina

Una bandiera che viene sventolata con onore ogni qual volta la regina si trova all’interno della struttura. Pertanto come anticipato, non è possibile vederla esposta nel periodo estivo.

Sale del palazzo

Premessa necessaria e doverosa: solo alcune sale di Buckingham Palace possono essere visitate. Tra queste troviamo le seguenti…

  • Sala da ballo: conosciuta per il suo immenso organo e per essere la stanza più grande del palazzo. Questa nacque come luogo di festa nel 1856 per festeggiare la fine della guerra in Crimea.
  • Sala del Trono e Salotto Verde: molto conosciuta e amata non solo per la presenza del trono, ma soprattutto per la sontuosa tappezzeria in seta e l’eleganza del baldacchino che ricopre la seduta della regina. Viene preceduta dal Salotto Verde, dove vengono accolti gli ospiti ufficiali durante le cerimonie dei reali. Il suo nome nasce dalla fodera dei muri con drappi di seta in color verde e oro.
  • Sitting Room: è destinata ad incontri con personaggi illustri, come per esempio il primo ministro mentre la Room 1844, la preferita della regina è destinata solo ai favoriti di quest’ultima, interamente rifinita da pareti tappezzate in color rosso, mobili imbottiti in seta blu e oro e candelabri di malachite.
  • Sala della Guardia: caratterizzata da una statua in marmo bianco raffigurante il Principe Alberto in costume romano (posizionata dentro una tribuna decorata da arazzi) viene usata principalmente per eventi cerimoniali e ufficiali.
  • Sala da Pranzo di Sato: tra le più recenti a livello di costruzione. È ben riconoscibile dalle sue imponenti pareti color damasco, tempestate di dipinti in suntuose cornici, dei monarchi Hannover.
  • Sala della Musica: con la sua forma a cupola studiata per diffondere il suono in maniera eccelsa. Conquista gli occhi di chi la guarda con le sue 16 colonne di lapislazzuli e viene usata solo per spettacoli privati o per i battesimi reali.
  • Altre sale: il Salotto Bianco e dal Salotto Blu, lungo 21 m, con soffitto a cassettoni dorati è tra le più maestose e superbe, per alcuni critici persino più della Sala del Trono e della Sala da Ballo. La Sala da Pranzo Cinese e Sala Gialla invece, donano al palazzo uno charme tutto orientale.

Dipinti

Le mura di Buckingham Palace accolgono la famosa Galleria dei Dipinti, dove vengono attentamente custodite le opere di Van Dyck, Raffaello, Rubens, Turner, Vermeer, Tiziano ed altri imponenti artisti.

Preziosa e inimitabile infatti è la Queen’s Gallery, che propone alle migliaia di ospiti giornaliere, bellezze storiche appartenenti a collezioni reali, cedute di generazione in generazione.

Viene usata come corrridoio di accesso per collegare i vari Saloni di Stato e la troverai collocata nella parte anteriore e occidentale di Buckingham Palace.

Qui sono raccolte ed esposte circa 450 opere appartenenti alla Royal Collection.

Nell’anno corrente ospita anche una prestigiosa mostra di disegni appartenenti a Leonardo Da Vinci, allestita in occasione del 500° anniversario di morte.

Scuderie reali

In questi luoghi è possibile ammirare tutto quello che riguarda il trasporto a terra della famiglia reale.

Ti stiamo parlando quindi sia dei cavalli che delle carrozze.

Nella zona delle stalle è possibile notare anche i rinomati cavalli Windsor Greys e Cleveland Bays, animali di razza che sono soliti trainare la carrozza della Regina.

Le carrozze più famose sono invece la Gold State Coach di Giorgio III e la Diamond Jubilee State Coach creata per celebrare il Giubileo di Elisabetta II.

I numeri di Buckingham Palace!

Chiudiamo questo paragrafo dedicato alle cose da vedere con qualche numero e curiosità…

Oltre 350 orologi attivi tutto il giorno, vengono curati e sottoposti a manutenzione da due addetti ufficiali.

Anche per quanto riguarda le stanze non scherziamo. In totale ben 775 che per la precisione accolgono 19 camere di stato, 92 uffici, 78 bagni, 188 camere per la servitù e ben 52 camere da letto principali.

Dodici stanze sono riservate interamente alla regina attuale ed il rispettivo marito e sono collocate dal lato che guarda verso Green Park.

Mentre le sale pubbliche sono situate del così detto piano nobile.

I lampadari che vediamo splendere all’interno di questi ambienti sono quasi totalmente di cristallo e furono presi da Carlton House prima che Giorgio IV divenne Re.

E poi… Il Fantasma del Monaco!

In mezzo a tutte queste bellezze, anche un po’ di mistero noir con la leggenda di un monaco che si dice vagare per le stanze del palazzo, con tanto di catene.

Cambio della guardia a Buckingham Palace

Cambio della guardia

Tutti i giorni da aprile a luglio e a giorni alterni da agosto a marzo, avviene il famoso cambio delle guardie inglesi fuori dal cancello del palazzo.

Cosa sarebbe Buckingham Palace senza il celeberrimo cambio della guardia?

Partendo alle ore 11 da Palazzo St James, le guardie arrivano davanti a Buckingham Palace mezz’ora dopo per dare vita alla pittoresca cerimonia.

Cenni storici e cerimonia

Tale evento viene omesso solo in alcuni casi, strettamente legati a fenomeni atmosferici o cause valide.
Questa cerimonia ha origini risalenti al 1660, quando le prime truppe reali cominciarono a garantire la sicurezza in tutte le strutture destinate a monarchi e regine.

Nel 1837 la Regina Vittoria, come abbiamo già detto, si spostò all’interno di Buckingham Palace ma non fu seguita dalla sua guardia personale che rimase a St James’s Palace, con un distaccamento nella nuova residenza.

Ecco quindi che nasce da allora l’esigenza e la volontà di ripetere quello che è il rito del cambio della guardia.
L’iter dura 45 minuti e prevede il cambio tra la guarda nuova e quella che lascia il turno, il tutto accompagnato dal suono dell’orchestra militare.

Sono sicuro che verrai colpito dalla musica proposta.

La banda propone infatti anche canzoni popolari e brani del momento. 🙂

Orari e costi

Veniamo ora alle info utili per pianificare la tua visita a Buckingham Palace, iniziando proprio dagli orari di apertura del palazzo.

L’accesso alla struttura è consentito in due fascie orarie diverse a seconda del periodo dell’anno:

  • dalle ore 9.30 alle 19.30 nelle giornate dal 21 luglio al 31 di agosto (ultimo accesso alle 17.15)
  • dalle 9.30 alle 18.30 (ultimo accesso alle 16.15) dal primo al 30 settembre

Per quanto riguarda il prezzo del biglietto, queste le tariffe aggiornate:

  • £25 per gli adulti
  • £22,80 per over 60 e studenti
  • £14 fino a 17 anni di età

L’ingresso a Buckingham Palace e ai Saloni dello Stato è gratuito per i minori di 5 anni.

Se alle attrazioni appena citate vogliamo aggiungere anche al visita alle Scuderie Reali e alla Galleria della Regina l’ingresso rimarrà gratuito per i bambini fino a 5 anni e costerà invece:

  • £45 per gli adulti
  • £40 per over 60 e studenti
  • £24,50 fino ai 17 anni di età

E’ possibile visitare il castello muniti di autoguida. Vengono effettuati percorsi guidati tra i giardini con accesso ai Saloni dello Stato e al Palazzo, alle Scuderie Reali e alla Galleria della Regina.

Se stai programmando una visita, il nostro consiglio è di prenotare i ticket online. Grazie alla nostra collaborazione con Get Your Guide, potrai acquistare i biglietti ufficiali per Buckingham Palace, oltre ad avere la possibilità di scegliere tra moltissimi tour e attività organizzate. 😉

Prenota i Ticket

buckingham palace come arrivare

Come raggiungere Buckingham Palace?

La residenza reale è collocata nel pieno centro di Westminster.

Inutile dire che i mezzi per raggiungerla sono molteplici.

A seguito di visite sul posto e continui tour nella zona in compagnia di parenti e amici, sono in grado di fornirti i consigli migliori per arrivare a destinazione. 😉

Metro

Non scopriamo certo con questo post l’importanza della metro di Londra. Per raggiungere Buckingham Palace in metro puoi utilizzare sia la linea District (verde) che la linea Circle (gialla).

Il nome della fermata più vicina al palazzo reale è St. James Park, che prende nome dall’omonimo parco reale vicino alla quale è collocata. Successivamente ti basterà una camminata di neanche dieci minuti per arrivare nei pressi di Buckingham Palace.

Qui puoi assaporare le sfiziosità di graziosi chioschetti posti lungo il tragitto, punto di ristoro di tutti coloro che sfruttano questo spazio per le proprie attività sportive. Il jogging neanche a dirlo è tra gli sport più praticati.

Bus turistici

Tra le opzioni più indicate possiamo nominarti i classici tour in bus turistici, dotati di comode guide-audio multilingua.

Solitamente questa opzione permette di assaporare le bellezze (ovviamente solo esteriormente) di numerose attrazioni londinesi, tra cui: il Tamigi, il London Eye, Piccadilly Circus, la Torre di Londra e dulcis in fundo… Buckingham Palace.

Te lo citiamo come mezzo di trasporto poiché sono consentite le scese ed il ticket ti permette di utilizzare il mezzo per più volte nell’arco del suo servizio (dalle 24 alle 72 ore, a seconda del prezzo pagato).

Autobus, a piedi e in bici

L’autobus è un’alternativa sempre valida. I mezzi indicati che fermano nei pressi del palazzo sono i seguenti: C1, C10, 11, 44, 239 e 211.

Da valutare sono inoltre:

  • la Oyster Card con la quale si ha accesso a tutto il trasporto pubblico londinese (con un limite di spesa giornaliero)
  • il bike sharing che ti consente di usare biciclette a titolo gratuito per i primi trenta minuti (dopodiché il servizio costa £2 ogni 30 minuti)
  • le minicab, economici mezzi simili ai taxi che possono essere noleggiate a tariffa fissa da stabilire al momento della prenotazione

Se preferisci optare invece per il mezzo più economico di tutti, i tuoi piedi, potrai procedere sud su The Mall (direzione Springs Gardens), in circa 15 minuti ti sarà possibile arrivare davanti al cancello della residenza reale.

Questo in fin dei conti è il sistema più adatto per godersi veramente la città. L’unico che possa farti sentire a pieno gli odori delle strade e assaporare il clima, seppur a volte cupo, di Londra.

Bus turistici

Tra le opzioni più apprezzate da chi vieni in vacanza, dobbiamo per forza segnalarti i classici tour in bus; dotati di comode guide-audio multilingua.

Solitamente questa opzione permette di vedere tutte le attrazioni cult londinesi (ovviamente solo esteriormente), tra cui: il Tamigi, il London Eye, Piccadilly Circus, la Torre di Londra e dulcis in fundo… Buckingham Palace.

Te lo citiamo come mezzo di trasporto poiché è consentito scendere e risalire a piacimento, ed il ticket ti permette di utilizzare il mezzo per più volte nell’arco del suo servizio (dalle 24 alle 72 ore, a seconda del prezzo pagato).

Dove mangiare nei pressi

È risaputo che mangiare vicino alle grandi attrazioni turistiche, è sempre più oneroso rispetto al normale.

Dont’ worry, cercherò di darti qualche dritta finale in modo da evitare qualche brutta esperienza “spennaturisti”.

Proprio a 5 minuti dalla residenza reale ti consiglio Crumpets, un piccolo locale ottimo per un brunch veloce o per una colazione tipica. Personalmente, ho molto apprezzato anche il caffè, tra i più vicini a quello italiano.

Altra alternativa a due passi da Buckingham Palace è rappresentata da Le Signore, un posto dove già dal nome ti sarà difficile sentirti a casa. Il locale è ideale per chi desidera mangiare un panino al volo o acquistarlo da asporto. Il tutto contornato da un’accoglienza inconfondibilmente italiana.

Se sei in cerca invece del famoso fish and chips e di altro streetfood ti suggerisco di dirigerti in zona Convent Garden, in modo da avere un assortimento maggiore di pub e locali ticipici londinesi.

Ah, quasi dimenticavo… non saltare l’appuntamento con il tè delle cinque!

Ti è piaciuto l’articolo?

L'ennesimo italiano a Londra? In effetti è così, ma prometto di non annoiarti troppo con le storie sui lavapiatti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend